DG VAL

Legge

LEGGE N. 77/2006. Misure di tutela e fruizione a favore dei siti Unesco

Alla Direzione Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale compete la gestione dei finanziamenti previsti dalla Legge n. 77/2006 Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella Lista del Patrimonio Mondiale, posti sotto la tutela dell’UNESCOche prevede, tra le altre cose, interventi finanziari a sostegno delle attività di valorizzazione, comunicazione e fruizioni dei siti stessi.

L’Italia, tra i 187 stati membri della Convenzione sulla protezione del Patrimonio Mondiale Culturale e naturale del 1972, è il Paese con il maggior numero di siti iscritti nella Lista (47).

Il 20 febbraio 2006 fu emanata la Legge n. 77. Una legge fondamentale che, per la prima volta stabiliva normativamente che i siti UNESCO, per la loro unicità, sono punti di eccellenza del Patrimonio culturale, paesaggistico e naturale italiano, nonché elementi fondanti della rappresentazione del nostro Paese a livello internazionale. Si è così affermato anche il principio secondo cui gli interventi sui siti UNESCO hanno priorità; un’asserzione importante che testimonia come la valenza del riconoscimento come Patrimonio Mondiale debba contribuire a definire percorsi particolari anche in ordine all’assegnazione delle risorse finanziarie.

La Legge 77, inoltre, ha formalmente riconosciuto i Piani di gestione richiesti dall’UNESCO quali strumenti atti ad assicurare la conservazione dei siti e a creare le condizioni per la loro valorizzazione, definendo le priorità di intervento e le relative modalità attuative, nonché le azioni esperibili per reperire le risorse pubbliche e private necessarie, oltre che le opportune forme di collegamento con programmi o strumenti normativi che perseguano finalità complementari (art. 3).

La gestione dei siti UNESCO italiani fa capo ai diversi soggetti che, nell’ambito delle specifiche competenze istituzionali, sono responsabili delle attività di tutela, conservazione e valorizzazione o che sono soggetti di riferimento per le azioni legate alla conoscenza, alla sensibilizzazione, alla promozione economica. Il Ministero, già prima dell’approvazione della Legge 77, aveva invitato tali diversi soggetti ad individuare forme di coordinamento per ottimizzare i risultati delle singole attività in essere o progettate; questa utile esperienza è stata presa in considerazione nella redazione della Circolare del Direttore Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale del Ministero (08 marzo 2012) di applicazione della Legge, che individua appunto i soggetti responsabili della gestione, i soggetti beneficiari ed i referenti dei siti, cui è demandato il compito di presentare le domande di finanziamento e di effettuare la rendicontazione relativa all’attuazione dei progetti approvati.

Ad oggi sono stati finanziati 213  progetti, per un totale di 15.368.249,60 euro sugli esercizi finanziari 2006-2007-2008-2009-2010-2011. Di questi, circa quattro milioni di euro sono stati utilizzati dai siti per elaborare i Piani di gestione, mentre i rimanenti undici milioni e mezzo sono stati assegnati per progetti di valorizzazione, comunicazione e fruizione.

La Direzione Generale cura gli adempimenti connessi a tale Legge, gestendo in particolare l’individuazione e il monitoraggio dei progetti ammessi a finanziamento, ed offrendo anche supporto tecnico ed amministrativo ai siti.

AVVISI

Febbraio 2014
Si comunica che da febbraio 2014 gli Uffici della Direzione Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale si sono trasferiti presso la sede del Complesso monumentale del San Michele.

Tutta la corrispondenza deve pertanto essere inoltrata al  seguente nuovo indirizzo:
Direzione Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale
Servizio I
Via di San Michele 22 - 00153 Roma


Decreto Ministeriale di individuazione degli interventi da finanziare si sensi dell’art. 4 della legge 77/2006 EF 2012 - Comunicazione avvenuta registrazione e nuove modalità di rendicontazione

In data 11 marzo 2013 è stato registrato dalla Corte dei Conti il decreto del Ministro per i beni e le attività culturali 28.01.2013 è di individuazione degli interventi da finanziare a valere sui fondi EF 2012.

Si precisa che, a seguito delle variazioni di bilancio intercorse successivamente alla conclusione dei lavori della Commissione di valutazione, l’ultimo degli interventi utilmente collocati in graduatoria a valere sul cap. 1442 riportata nella Tabella allegato 4 – al verbale n. 2 della Commissione di valutazione ID. progetto 6, presentato da Fondazione Aquileia – è finanziato fino alla concorrenza della disponibilità del capitolo ovvero per un importo pari a € 45.863,16.

Analogamente l’ultimo degli interventi utilmente collocato nella graduatoria a valere sul cap. 7305 riportata alla Tabella allegato 3 al verbale n. 5:- ID. progetto 28 presentato dal Parco Archeologico della Villa romana del Casale di Piazza Armerina – è finanziato fino alla concorrenza della disponibilità del capitolo ovvero per un importo di € 53.921,42

Si rammenta che ai fini degli obblighi di rendicontazione i termini decorreranno dalla data della comunicazione via fax, da parte di questa Direzione generale, dell’avvenuta registrazione del Decreto.

L’erogazione dei finanziamenti E. F.2012 segue le nuove modalità previste dalla circolare del Direttore Generale per la Valorizzazione del patrimonio culturale dell’8 marzo 2012.

La nuova modulistica per la rendicontazione è disponibile su questo sito.

Il nuovo modello di rendicontazioneunico- oltre che per i progetti finanziati a valere sull’EF 2012 - dovrà essere utilizzato a decorrere dal 20 giugno 2013 per le rendicontazioni di tutti i progetti finanziati ai sensi della legge 77/2006.


AVVISO per la presentazione delle proposte di intervento
13 marzo 2013 - pubblicazione dell'AVVISO per la presentazione delle proposte di intervento.


AVVISO per la presentazione delle proposte di intervento
16 marzo 2012 - pubblicazione dell'AVVISO per la presentazione delle proposte di intervento.


NUOVA CIRCOLARE ATTUATIVA
E’ stata pubblicata in data 8 marzo 2012 la Circolare n. 6 del Direttore Generale per la Valorizzazione del patrimonio culturale, che stabilisce Criteri e modalità di erogazione dei fondi destinati alle misure di sostegno previste dall'articolo 4 della legge 20 febbraio 2006, n. 77.

NORMATIVA

icona pdf Testo della Legge 20 febbraio 2006, n. 77 aggiornata al 2013

icona pdf Testo della Legge 20 febbraio 2006, n. 77 aggiornata al 2010

icona pdf Testo della Legge 20 febbraio 2006, n. 77

Circolari attuative:
icona pdf Circolare n.6 del 08.03.2012

icona pdf Circolare del 06.08.2009

icona pdf Circolare n. 178 del 07.08.2008

icona pdf Circolare del 30.05.2007

MODULISTICA

Avviso del 13 03 2013 ( chiuso- scadenza 07/05/2013)

icona zip Avviso del 16 03 2012 (chiuso)

icona zip Modelli di lettere

icona pdf Linee guida per la rendicontazione

icona zip Modello di rendicontazione unico

icona zip Modelli di rendicontazione E.F. 2009-2010-2011

icona zip Modelli di rendicontazione E.F. 2007-2008

icona zip Modelli di rendicontazione E.F. 2006

icona zip Logo MiBACT

PROGETTI FINANZIATI

icona pdf D.M. del 28 01 2013

icona zip Decreti

FAQ

icona pdf Elenco

ATTIVITA'

Materiali del Workshop "Legge 77/06 - Incontro di lavoro con i rappresentanti dei Siti Unesco"
9 marzo 2012 - Ex Chiesa di Santa Marta, ROMA

icona pdf"LEGGE 77/2006 - Un primo bilancio"

icona pdf Poster

Condividi su:

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn