DG VAL

titolo notizie

Presentato Docu-Film "L'Italia dei Longobardi", grazie finanziamenti 77/2006

Immagine della giornata

Si è tenuta oggi, lunedì 8 luglio 2013, presso la ex Chiesa di Santa Marta a Roma, la conferenza stampa di presentazione del film-documentario “L'Italia dei Longobardi”, prodotto grazie al finanziamento della legge 77/2006, ”Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella «lista del patrimonio mondiale», posti sotto la tutela dell'UNESCO”; finanziamento erogato dalla Direzione Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale del MiBAC, che si occupa dell’individuazione e del monitoraggio dei progetti ammessi al finanziamento.

Il docu-film “L'Italia dei Longobardi”, è stato realizzato dall’Associazione Italia Langobardorum, in partenariato con Archeoframe, il laboratorio di Valorizzazione e Comunicazione dei Beni Archeologici dell’Università IULM di Milano.

All’incontro, introdotto dal Direttore Generale per la Valorizzazione del patrimonio Culturale del MiBAC, Anna Maria Buzzi, che ha visto riuniti a Roma i sette Comuni compresi nella rete dei luoghi longobardi in Italia, hanno preso parte anche alcuni tra i testimonial del documentario, tra cui il cantautore Omar Pedrini per Brescia, il musicista Peppino Principe per Monte Sant'Angelo e l'ingegnere Giuseppe D'Avino per Benevento.

Il Direttore, Anna Maria Buzzi, aprendo la conferenza stampa con i saluti del Ministro Bray, ha sottolineato l’importanza “di fare sistema, per valorizzare insieme, Istituzioni ed enti territoriali, le eccellenze culturali, che in Italia sono tantissime” proprio come è stato fatto dalla rete di Amministratori, Associazioni e professionisti dei Beni Culturali “che hanno collaborato fattivamente per lo sviluppo, la candidatura e il riconoscimento del Sito "I Longobardi in Italia. I Luoghi del potere (568-774 d.C), che dal 25 giugno 2011 è iscritto nella Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO”.

Il Direttore Buzzi, ha poi ricordato l’importanza della legge 77/2006: “dall’entrata in vigore ad oggi sono stati finanziati 230 progetti per un ammontare complessivo di quasi 18 milioni di euro” e ha annunciato l’imminente pubblicazione, anche sul sito della DG-VAL, del LIBRO BIANCO (curato dal dirigente della DG-VAL, Manuel Roberto Guido e dalle funzionarie, Silvia Patrignani e Angela Ferroni, edito da Rubettino),“una grande operazione di trasparenza che fa il punto sullo stato d’attuazione della legge e dimostra come sono stati utilizzati i finanziamenti”.

Il sindaco di Spoleto, Presidente dell’Associazione “Italia Langobardorum, Daniele Benedetti, ha posto l’accento “sull’importanza della leale collaborazione tra diverse Amministrazioni locali (anche di diverso colore politico), e le Istituzioni, per dare continuità ad un progetto che non si conclude oggi con il documentario, ma che inizia un virtuoso percorso di valorizzazione territoriale dell’intero Sito "I Longobardi in Italia. I Luoghi del potere (568-774 d.C)”,

A conclusione della conferenza stampa, l’intervento “tecnico” del professor Luca Peyronel, docente IULM (produttore del film documentario sui Longobardi in Italia) che ha presentato il lavoro durato un anno, tra fase preparatoria, sopralluoghi e riprese filmate, per un totale di 300 ore di girato, racchiuse in 70 minuti densi di immagini che rappresentano ben 27 diverse location e da interviste a 40 personaggi tra testimonial, studiosi ed esperti.

icona pdf Comunicato stampa

Condividi su:

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn