DG VAL

titolo notizie

Buzzi, alle associazioni: "Grazie a voi per il prezioso contributo a "Una Notte al museo"

ImmagineUn SABATO notte al MUSEO”, l’iniziativa della Direzione Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale da me guidata rappresenta ormai una realtà nell’offerta culturale del nostro Paese.

Giunti alla terza edizione, i dati di affluenza di visitatori sono più che  incoraggianti. Grande partecipazione di pubblico e soprattutto grandi riscontri circa le numerose manifestazioni artistiche che si sono tenute all’interno dei luoghi d’eccellenza della cultura.

Volevano avvicinare i nostri musei agli standard europei, e senza timore di essere smentiti, possiamo dire di esserci riusciti anche grazie al supporto del nostro ministro, Massimo Bray.

L’idea, che vogliamo continuare a portare avanti, è quella di far vivere i musei italiani e con le aperture serali straordinarie accompagnate da eventi realizzati grazie all’apporto di moltissime associazioni, devo dire che ci siamo riusciti pienamente. Spettacoli musicali, teatrali e di danza di ottima fattura che il numeroso pubblico della “Notte al Museo” ha dimostrato di apprezzare moltissimo.

Per noi, tutto questo, anche grazie a voi, rappresenta un primo passo importante per la valorizzazione del nostro Patrimonio, che continuerà nel tempo ogni ultimo sabato del mese fino al 28 dicembre prossimo, auspicando possa poi diventare un appuntamento fisso del sabato sera.

A tutte le associazioni e ai privati, che a titolo non oneroso, hanno permesso di rendere vivi molti dei nostri luoghi culturali d’eccellenza, va il mio sentito ringraziamento per il prezioso contributo fornito alla buona riuscita delle prime tre edizioni del “Sabato notte al museo”. Mi auguro che questa collaborazione possa durare e consolidarsi  per continuare a fare insieme Cultura. Grazie a:

All’Arci Nuova Associazione di Bologna, al Nucleo archeologico Antica Caere di Cerveteri,  al Gruppo Archeologico Romano, all’associazione IRIDEVENTI, all’ Agricola Vitivinicola Terre Del Veio, all’Istituto Statale per Sordi, a Coop Culture, all’A.Gi.MUS, al FAI e all’ Archeoclub di Chieti, Associazione Falconieri "Nino Laviano", alla Pro loco Federico II , al GAL Sviluppo Vulture Alto Bradano, all’ Associazione Culturale Musicale MOYSA, all’Associazione "Favole Seriche, all’Associazione European Choreographic Organization di Renato Greco, alla Fondazione Cives, la compagnia teatrale "Il canto di Partenope", agli attori del gruppo teatrale La Scodella di Boscoreale, alla pianista Eloisa Cascio, all’Associazione Piv, al Conservatorio di Musica di Trieste Giuseppe Tartini e la Provincia di Trieste, all’Associazione ArcheoJazzNet, AD MAJORA SAS  di Federica de Vita, all’Associazione Nova Amadeus, al Visual Arts Department diretto dal M° Antonio Di Vaio, a Vincenzo Bocciarelli e al Coro "Ildebrando Pizzetti" dell’Università di Parma diretto da Ilaria Poldi.

Anna Maria Buzzi

Direttore Generale per la Valorizzazione
del Patrimonio Culturale MiBACT

Condividi su:

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn