DG VAL

titolo notizie

MIBACT: Nasce il Progetto “L’Arte Aiuta L’Arte”

Logo

Scegli con un click l'opera da restaurare grazie ai fondi di "Una notte al museo".

Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo in occasione del quarto appuntamento di "Una notte al museo", aperture straordinarie dalle 20:00 alle 24:00 dei principali musei statali italiani, lancia la consultazione online "L'Arte Aiuta l'Arte". Dal 26 ottobre, chi si unirà agli oltre 70.000 visitatori che hanno finora premiato con la loro partecipazione "Una notte al museo", potrà contribuire alla tutela del nostro patrimonio culturale. Gli utenti con un semplice click potranno scegliere di restaurare l'opera d'arte preferita, selezionandola tra una rosa di otto conservate a Firenze, Napoli, Roma e Venezia. Il restauro sarà finanziato dalla Direzione Generale per la Valorizzazione, che destinerà i proventi dei biglietti di ingresso delle precedenti edizioni di “Una notte al museo”.

"Attraverso il progetto “L’Arte Aiuta l’Arte" - dichiara il Ministro dei Beni e delle attività Culturali e del Turismo, Massimo Bray – vogliamo coinvolgere attivamente i cittadini nel sostegno alla conservazione e alla tutela del patrimonio culturale statale, che è un patrimonio comune”.

"Con questa consultazione online - aggiunge il Direttore Generale per la Valorizzazione, Anna Maria Buzzi - dopo aver aperto le porte dei nostri musei di notte, apriremo agli utenti della rete, che diventeranno protagonisti, potendo contribuire direttamente al restauro del nostro patrimonio".

Per partecipare alla consultazione online basta collegarsi al link www.valorizzazione.beniculturali.it/arteaiutaarte, e selezionare l’opera d’arte preferita. Il sondaggio online si chiuderà il prossimo 15 novembre e al termine verrà pubblicata sul sito una graduatoria delle opere più votate.

Per l’elenco completo degli eventi e degli istituti che aderiscono al prossimo appuntamento di "Una notte al museo":
www.valorizzazione.beniculturali.it/it/appuntamenti/409-una-notte-al-museo.html

Condividi su:

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn