DG VAL

titolo notizie

L’Arte aiuta l’Arte, bilancio in rete…

Madonna con il Bambino del PeruginoLo scorso 26 ottobre, in occasione della quarta edizione di “Una notte al Museo”, abbiamo lanciato su questo sito la consultazione online “L’Arte Aiuta l’Arte” per condividere la scelta dell’opera d’arte da restaurare con i proventi dei biglietti di ingresso delle aperture notturne dei  musei.

Un sondaggio che ha reso gli utenti protagonisti, con un semplice click, proseguendo il percorso di ascolto e di apertura verso i cittadini, che è sempre stato il faro di questa Direzione.

Il 15 novembre abbiamo chiuso la votazione, e comunicato il nome dell’opera scelta per il restauro, tra una rosa di otto conservate a Firenze, Napoli, Roma e Venezia. La vostra scelta è ricaduta sulla “Madonna con il Bambino” di Pietro Vannucci, detto il Perugino, che si è affermata, dopo un testa a testa con la sua omologa “Madonna col Bambino” di scuola raffaellita, entrambe custodite a Napoli, nel Museo di Capodimonte.

Ora il Museo di Capodimonte, grazie ai proventi dei biglietti di ingresso delle precedenti edizioni di “Una notte al museo”, potrà dare il via a questo primo restauro, dell’opera scelta da Voi. E questo ci inorgoglisce particolarmente perché  siamo riusciti a coinvolgervi attivamente nel sostegno alla conservazione del patrimonio culturale statale.

Oggi ad un mese di distanza, è tempo di bilanci.

Oltre 10 mila accessi alle pagine dedicate al progetto sul sito della Valorizzazione, oltre 7.000 alle pagine della votazione. Gli utenti che si sono registrati sul nostro sito ed hanno completato correttamente le operazioni di voto sono stati 2.326, un numero importante considerato il breve lasso di tempo, poco più di 2 settimane, per accedere alla votazione online.

Una grandissima risposta alla consultazione online è arrivata dalle donne che rappresentano il 73% degli utenti che hanno partecipato al sondaggio. La fascia d’età più rappresentata è quella tra i 18 e i 35 anni (52,88%), seguita da quella successiva, tra i 36 e 50 anni (24,33%).

La categoria professionale più presente è quella degli studenti (24,72%), seguita da impiegati (17,45%) e liberi professionisti (14,06%). Oltre il 67 % del target raggiunto è laureato o ha un titolo post laurea, il (26,44%) invece, ha conseguito almeno un diploma.

La Regione che vanta più utenti che hanno partecipato al sondaggio è la Campania con ben 491 votanti, seguita dal Lazio con 393 e dalla Lombardia con 235.

Ma al di là della freddezza dei numeri, le valutazioni più importanti le possiamo fare analizzando il target raggiunto: soprattutto giovani tra i 18 e 35 anni, che sono proprio i soggetti che puntavamo ad attrarre, aprendo le porte dei musei di notte!

“L’Arte aiuta l’Arte” nasce, infatti, come iniziativa di comunicazione online, a supporto  del progetto “Una notte al museo” a cui da ormai sei mesi questa Direzione sta lavorando,  per affermare il concetto che “la cultura è viva e dinamica”. A luglio abbiamo aperto le porte dei nostri musei di notte,  per la prima volta,  animandoli con eventi e spettacoli,  oggi, con questa consultazione online abbiamo fatto un ulteriore passo in avanti, aprendo “la stanza dei bottoni” agli utenti della rete, che frequentando i musei hanno potuto contribuire direttamente al restauro del nostro patrimonio!

 

Anna Maria Buzzi,

Direttore Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale

Condividi su:

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn